BANDO HUB. Contributo a fondo perduto fino al 50% per sostenere l'accesso delle PMI all’innovazione e al trasferimento tecnologico attraverso i servizi dei Digital Innovation Hub.

BANDO HUB. Contributo a fondo perduto fino al 50% per sostenere l'accesso delle PMI all’innovazione e al trasferimento tecnologico attraverso i servizi dei Digital Innovation Hub.

09 ottobre 2019

 

Il bando sostiene l’accesso delle PMI all’innovazione e al trasferimento tecnologico attraverso i servizi dei Digital Innovation Hub.

L’intervento è finalizzato a:

- promuovere l’ecosistema dell’innovazione digitale lombardo, attraverso i Digital Innovation HUB, per supportare la trasformazione digitale delle imprese lombarde, incrementando la competitività e l’attrattività della regione Lombardia a livello globale;

- rafforzare il grado di conoscenza e consapevolezza delle imprese rispetto alle opportunità offerte dalla trasformazione digitale nell’ambito del Piano Industria 4.0 e delle strategia europea per la digitalizzazione dell’industria Digitising European Industry;

- stimolare l’offerta di servizi alle imprese da parte dei Digital Innovation Hub, la domanda di innovazione delle imprese e mettere in collegamento le imprese con il mondo della ricerca

La Digital Innovation hub struttura organizzativa per l’accesso delle imprese al sistema dell’innovazione, promossa da un’associazione di categoria delle imprese maggiormente rappresentativa a livello nazionale, costituita sul territorio nazionale, finalizzata alla sensibilizzazione, informazione e diffusione delle nuove tecnologie, in coerenza col Piano nazionale Industria 4.0

Soggetti beneficiari

Soggetti beneficiari sono i Digital Innovation Hub aventi la sede operativa in Lombardia alla data di pubblicazione del presente provvedimento e riconosciuti nell’ambito del Piano Nazionale Industria 4.0.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili progetti finalizzati all’innalzamento dei livelli qualitativi e quantitativi dei servizi offerti dai DIH finalizzati al supporto del sistema delle micro, piccole e medie imprese nell’ambito dei temi relativi all’industria 4.0 e ad aumentarne conseguentemente la competitività sul mercato.

Gli interventi ammissibili dovranno contenere le seguenti attività:

a) attività di sensibilizzazione sul territorio lombardo sui temi connessi alla trasformazione digitale delle imprese (workshop, corsi di formazione sui temi dell’Industria 4.0, promozione di attività collaborative tra PMI, grandi imprese e centri di ricerca, business matching ecc. );

b) azioni per il miglioramento qualitativo e quantitativo dei servizi già offerti alle imprese e per la definizione di servizi aggiuntivi rispetto a quelli già offerti, finalizzati a supportare la transizione digitale delle imprese lombarde, aumentare il livello di consapevolezza dei vantaggi della transizione stessa ed incrementare la domanda di innovazione delle imprese;

I progetti devono essere realizzati entro il 30/06/2021, con spese sostenute e quietanzate entro tale termine. Non sono ammesse proroghe. Ciascuna DIH potrà presentare al massimo una domanda a valere sul presente bando.

Sono ammissibili le seguenti tipologia di spesa:

a) spese del personale solo se espressamente dedicato al progetto e comunque in misura non superiore al 30% del totale delle spese ammissibili;

b) spese di disseminazione (affitto sale e servizi accessori, predisposizione materiali, hostess, interpretariato, materiali di comunicazione, promozione e organizzazione di eventi);

c) consulenza erogata direttamente da uno o più fornitori qualificati (max 15% del totale delle spese ammissibili);

d) spese per la formazione del personale;

e) spese per acquisto di attrezzature e strumentazioni idonee per l’erogazione dei servizi alle imprese;

f) costi indiretti riconosciuti in maniera forfettaria nella misura del 5% dei costi del personale.

Entità e forma dell'agevolazione

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle sole spese considerate ammissibili nel limite massimo di 200.000,00 euro di cui

  • 50.000 euro per spese correnti nel 2019,
  • 100.000,00 per spese correnti nel 2020 e
  • 50.000,00 per spese in conto capitale nel 2021.

La spesa minima è fissata in 100.000,00 euro.

Scadenza

Domande dalle ore 11:00 del 11 ottobre ed entro le ore 12:00 del 25 ottobre 2019.

TOP