L.R. n. 6/2007. Contributo a fondo perduto per la presentazione di progetti per l’individuazione di "Residenze per artisti nei territori".

L.R. n. 6/2007. Contributo a fondo perduto per la presentazione di progetti per l’individuazione di "Residenze per artisti nei territori".

07 novembre 2019

 

Il bando si prefigge i seguenti obiettivi:

a) sviluppare e valorizzare la funzione specifica delle residenze nel sistema dello spettacolo dal vivo come fattori di innovazione, dedicate a sostenere e accompagnare le pratiche e i processi di creazione artistica a prescindere dagli esiti produttivi, anche attraverso forme di relazione virtuosa degli artisti con i luoghi e con le comunità che li abitano. Qualificare le attività di residenza promuovendone l’identità distintiva e l’autonoma funzione nel rispetto della pluralità delle differenze territoriali, come sintesi progettuale peculiare tra artisti, titolari delle residenze e luoghi e favorire l’interazione delle residenze con gli altri segmenti e funzioni del sistema dello spettacolo, al fine di sviluppare l’emergenza artistica, accompagnare e sostenere la crescita delle professionalità e la rigenerazione delle competenze, anche attraverso la qualità della relazione con il rispettivo territorio;
b) interpretare in senso evolutivo le diverse esperienze regionali e le differenti necessità dei territori e consentire, laddove possibile e sulla base delle vocazioni territoriali, lo sviluppo di “Centri di residenza” e di progetti di residenza “Artisti nei territori”. In entrambi i casi si intende valorizzare la capacità di fare rete e di presentare un progetto organico, anche sul piano delle interazioni con altri organismi del sistema territoriale, nazionale, internazionale.

Soggetti beneficiari

I soggetti che intendono presentare istanza devono essere costituiti da soggetti professionali ammissibili dalla L.R. n. 6/2007 (enti, istituti e associazioni culturali e soggetti ad essi assimilabili).

Il soggetto richiedente deve dimostrare con idonea documentazione di possedere un’esperienza almeno triennale nella pratica dell’attività di residenza e relazioni e capacità che consentano l’adesione a una rete di scouting e promozione.

Il soggetto richiedente deve disporre di almeno una sede organizzativa nel territorio della regione o provincia autonoma nella quale si intende svolgere l’attività. Deve altresì attestare, con idonea documentazione, la consistenza temporale della disponibilità, almeno per la durata del progetto, con indicazione del titolo di possesso o di godimento della sede.
Inoltre, sempre alla data di scadenza per la presentazione della domanda, il soggetto deve dimostrare che avrà in dotazione la gestione diretta o con disponibilità documentata:
- di uno spazio attrezzato con relativa agibilità ai sensi delle vigenti leggi in materia di locali di pubblico spettacolo per il periodo di durata della residenza e in coerenza con le caratteristiche delle progetto
- di spazi adeguati alla creazione artistica in ogni sua fase: uffici e sale prove;
- di foresterie proprie o strutture convenzionate per l’accoglienza degli artisti ospiti.

Vengono selezionate un numero di 2 Residenze per artisti nei territori (d’ora in avanti “R. A. T.”).
Un soggetto può presentare una sola domanda e può partecipare a un solo progetto di “R. A. T.”
Uno stesso soggetto che presenta istanza per accedere ai benefici del Avviso non può accedere, come componente di raggruppamento, ai benefici dell’Avviso concernente i Centri di Residenza.

Entità e forma dell'agevolazione

Per l’anno 2019 lo stanziamento di cui al presente Avviso ammonta a € 44.402,40 totali.
Il progetto di attività delle “R. A. T.” deve prevedere un ammontare di costi uguale o superiore a € 35.000,00 e il soggetto vincitore del presente Avviso deve garantire, una quota di cofinanziamento pari almeno al 40% del costo complessivo del progetto, il cui ammontare non deve essere, quindi, inferiore a € 14.000,00
Nei limiti delle risorse finanziare disponibili, il contributo massimo concedibile non può superare l’importo di € 23.402.40.

Scadenza

Le domande potranno essere presentate fino al 19 novembre 2019

TOP