Finanziamento a fondo perduto per le istituzioni culturali liguri senza scopo di lucro.

Finanziamento a fondo perduto per le istituzioni culturali liguri senza scopo di lucro.

05 agosto 2020

 

La Giunta Regionale ligure ha approvato il bando triennale per il sostegno alle istituzioni culturali aventi sede in Liguria, senza scopo di lucro, che svolgono attività culturali con continuità sul territorio regionale. 

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari sono le istituzioni culturali aventi sede in Liguria, senza scopo di lucro, che svolgono attività culturali con continuità sul territorio regionale.

Per accedere al contributo, tali istituzioni devono:

a. avere sede in Liguria;

b. essere enti, istituzioni, fondazioni, associazioni di diritto privato in possesso di atto costitutivo o statuto registrati attestanti l’assenza di finalità di lucro e la costituzione da almeno un decennio;

c. avere approvato, nell’ultimo triennio, il proprio bilancio senza perdite di esercizio e coerentemente con le finalità statutarie;

d. programmare e svolgere con continuità sul territorio regionale, conformemente allo statuto, un’attività istituzionale ordinaria che:

1. abbia carattere culturale in senso stretto, prevedendo un approccio disciplinare e metodologico rigoroso e non limitato alla generica promozione e animazione territoriale, anche se a valenza culturale (a titolo di esempio: non esclusivamente eventi di diffusione/promozione ma attività scientifica di studio, ricerca, catalogazione, conservazione, etc);

2. persegua le finalità istituzionali statutarie tramite risorse professionali e strumentali qualificate e adeguate a garantirle (a titolo di esempio: bibliotecari, archivisti, storici, conservatori, archeologi, restauratori, etc. per le attività di studio e gestione del patrimonio culturale, forniti delle dotazioni strumentali appropriate). A tal fine, la relazione dovrà contenere, per ciascuna attività descritta, la dotazione professionale e strumentale impiegata;

3. concorra, anche in collaborazione con istituzioni, scuola, università e istituti e luoghi di cultura sul territorio ligure, a diffondere la conoscenza del patrimonio culturale regionale e a favorire il diritto dei cittadini a informazione, studio, ricerca, documentazione, formazione, aggiornamento;

4. non sia riconducibile ad altre leggi di settore (sportive, di volontariato, turistiche, formative, di spettacolo) o abbia finalità commerciali (gallerie, librerie, editori, artigiani), politiche o sindacali;

5. non sia esclusivamente peculiare delle funzioni di biblioteca, museo, archivio.

Sono escluse dal sostegno:

1. le Istituzioni che siano enti strumentali o dipendenti di enti pubblici o organismi di diritto pubblico;

2. tutti gli istituti culturali per i quali la normativa regionale di settore prevede specifici interventi, in particolare: istituti storici della resistenza, musei, biblioteche, archivi, società di mutuo soccorso, etc. 

Entità e forma dell'agevolazione

La graduatoria ha validità triennale e potrà essere utilizzata per l'attribuzione del contributo anche nei successivi due anni solari 2021 e 2022, fatta salva la disponibilità dei bilanci regionali di ognuno dei rispettivi esercizi. Per ogni annualità il finanziamento è attribuito a partire dall'Istituzione che ha ottenuto il punteggio più elevato, con un importo massimo concedibile, per ognuna, determinato dall'ammontare delle uscite del rispettivo bilancio consuntivo relativo all'anno immediatamente precedente, per la sola attività ordinaria e comunque non superiore all'importo di euro 30.000.

Scadenza

Le domande devono essere presentate entro le ore 12.00 del 4/09/2020.

TOP